Ecommerce: come attirare clienti e guadagnare online

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E ricevi in OMAGGIO il mio Ebook “Guida alla Vendita Online di Prodotti e Servizi”.

Compilando questo form accetti di ricevere Newsletter e comunicazioni periodice, oltre all’Ebook specificato.

Il mondo digitale ha dato a tutti la possibilità di espandere i propri orizzonti in un mondo potenzialmente infinito qual è quello del web. Il risvolto negativo di ciò è la “falsa illusione” che tutto sia facile e che basta aprire un ecommerce per ottenere il successo e la ricchezza desiderata. Il 90% degli ecommerce fallisce miseramente entro i primi tre mesi, perché la logica del “business low cost” non porta da nessuna parte.

L’unica scelta saggia è sviluppare una strategia che ci porti ad attirare i clienti sul nostro ecommerce, per poi cercare di convincerli ad acquistare, a ritornare e a suggerirci ai loro amici e parenti. Solo così cominceremo a guadagnare… ma prima:

Bisogna “perdere” per guadagnare

Ho virgolettato volontariamente la parola “perdere” perché è la parola che sento più dire:

  • sto perdendo troppo tempo dietro a questo progetto
  • sto perdendo troppi soldi per sviluppare l’ecommerce
  • sto perdendo troppi soldi per le campagne marketing

Questo, solitamente, avviene dopo pochi mesi dall’apertura dell’ecommerce o, addirittura, nella fase preliminare, quando tutto è ancora in corso d’opera. Capisci benissimo che sei il primo tu a non credere in quello che stai facendo: perché dovrebbero crederci gli altri?

La frase “sto perdendo” pone già un limite indescrivibile alla crescita del tuo business. Impara a sostituire “sto perdendo” con “sto investendo”.

Quindi il titolo di questo paragrafo diventerebbe: “Bisogna investire per guadagnare”. E allora non diremo più che siamo perdendo troppi soldi, o stiamo perdendo troppo tempo per una cosa che abbiamo voluto fortemente e che ancora non ha avuto il tempo necessario di generare profitti.

L’investimento non è mai troppo, perché il rapporto è chiaro: più investi, più ricavi.

A limite, potresti “investire male” il tuo tempo, per una cosa che non interessa a nessuno. O “investire male” i tuoi soldi, in servizi fuffa che promettono mari e monti.

Investire male significa, innanzitutto, non pensare al ROI (Ritorno di investimento), non pianificare bene i processi creativi, non pianificare bene il tuo business, insomma. Significa anche affidarsi a gente sbagliata.

A volte un investimento da € 50 è sbagliato e hai letteralmente perso i tuoi soldi. A volte un investimento da € 50.000 è corretto e ti ha portato notevoli profitti.

L’unica cosa che si può fare è pianificare tutto correttamente, attraverso un business plan, e stabilire un budget congruo alle aspettative di guadagno.

Quindi: come puoi raggiungere clienti e generare vendite?

Innanzitutto, fai un Business Plan, e questo è un passaggio fondamentale. Quanto meno devi avere le idee chiare su cosa vuoi vendere, a chi vuoi venderlo, sapere se quei prodotti hanno mercato, sapere quanto la gente è disposta a spendere, conoscere i tuoi competitor e se hai margini sufficienti per creare concorrenza.

Dopo di che continua a leggere l’articolo.

1. Ecommerce professionale

L’ecommerce deve essere bello e funzionale, semplice da usare. Deve rispecchiare il carattere della tua azienda e dei tuoi prodotti. Deve parlare il linguaggio dei tuoi clienti e differenziarsi dai tuoi competitor

Non deve avere blocchi e robe incomprensibili.

Se hai competenze grafiche, tecniche e buon gusto, puoi creare il tuo ecommerce in autonomia.

Altrimenti affidati ad un professionista, qualcuno con comprovata esperienza e profonda conoscenza del sistema che utilizzerà per realizzare il tuo ecommerce. Questo ti garantisce il 100% di possibilità di avere un website professionale e potenzialmente capace di convertire i tuoi visitatori in clienti paganti.

2. Investi in campagne pubblicitarie

La prima cosa da fare è portare gente sul tuo sito. Sarebbe come dire: apri il negozio, accendi le luci e fatti notare dai passanti. La differenza sta nel fatto che sul web puoi mirare ad una nicchia ben precisa di persone a cui far vedere le tue campagne pubblicitarie e, quindi, alzare il Ritorno di Investimento, ovvero aumenti la tua capacità di guadagno, abbassando l’investimento.

Per farlo, i canali più accreditati in questo momento sono Facebook ADS e Google ADS, ti spiego le differenze:

  • Facebook ADS intercetta persone inconsapevoli, ovvero che non sanno che hanno bisogno del tuo prodotto, però vedendolo potrebbero essere portati ad acquistarlo. Ha come vantaggio un costo inferiore, di contro è più difficile che la gente compri: hai bisogno di più tempo.
  • Google ADS intercetta persone consapevoli, ovvero che vogliono specificatamente il prodotto che vendi e lo stanno cercando attivamente. Ha come vantaggio una maggiore propensione dei clienti ad acquistare, di contro il costo per ogni click è più alto.

Ricorda che più gente arriva sul tuo sito, più probabilità avrai di acquisire clienti. All’inizio non avrai grandi risultati, perché l’algoritmo di Facebook ha bisogno di tempo per identificare il tuo cliente ideale e gli utenti disposti ad acquistare. Quindi abbi pazienza e pensa al lungo periodo: più terrai attiva le campagne pubblicitarie, più i risultati saranno interessanti, con conseguente aumento del ROI (Ritorno d’investimento).

A tal proposito ti invito a leggere l’articolo Marketing Digitale: reinventa il tuo business e promuoviti sul web che ti illustrerà la differenza tra il Marketing Digitale e quello Tradizionale.

Inoltre, se vuoi approfondire di più l’argomento, ti suggerisco questi altri articoli:

3. Iscriviti ai comparatori di prezzo e Marketplace

Una volta che hai il tuo ecommerce e hai caricato tutti i prodotti necessari, puoi condividere il catalogo con dei comparatori di prezzo e con i Marketplace. In questo modo, i clienti fidelizzati di tali piattaforme potrebbero finire sul tuo sito o acquistare i tuoi prodotti.

Il vantaggio enorme è che i comparatori di prezzo e i Marketplace fanno veramente tantissima pubblicità alle loro piattaforme che si traduce in maggiori possibilità per te a costi contenuti e/o prevedibili.

Cosa sono i comparatori di prezzo?

I comparatori di prezzo permettono all’utente che li naviga di trovare un determinato prodotto al miglior prezzo sul web. Quindi te li suggerisco se i tuoi margini ti permettono di giocare al ribasso sul prezzo del prodotto. Il comparatore indirizzerà l’utente sul tuo sito dove potrà effettuare l’ordine. Funge un po’ da promoter, insomma.

Di solito si paga per ogni click ricevuto (tra i 5 e i 20 centesimi a click, in media).

Tra i tanti, ti suggerisco Trovaprezzi.it, una piattaforma davvero incredibile, soprattutto per quello che riguarda la tecnologia, gli articoli per la scuola e, comunque, tutti i prodotti che hanno un brand importante.

Cosa sono i Marketplace?

I Marketplace, come Amazon, Ebay, Manomano, ti permettono di vendere i prodotti direttamente sulla loro piattaforma, incentivando i potenziali clienti grazie alla fiducia ispirata dai Marketplace stessi. Chiaramente bisognerà adattarsi alle loro politiche di vendita e compiere qualche sacrificio, però garantiscono un flusso di vendite alto e di qualità.

Se poi trovi il modo di sfruttare queste vendite per affermare il tuo brand e fare in modo che la gente poi compri sul tuo sito, hai fatto bingo.

Attenzione: i Marketplace limitano parecchio le possibilità promozionali, quindi bisogna agire d’astuzia, aggirando le regole ferree che accetti in fase di stipula del contratto.

I Marketplace, di solito, prevedono una quota di iscrizione mensile e una percentuale sulle vendite, a favore di una potenza di vendita enorme. Quindi bisogna farsi bene i conti: ne vale la pena?

4. Newsletter e Offerte

Una volta che hai acquisito i primi clienti, potresti pensare di fidelizzarli attraverso newsletter periodiche e offerte speciali: tornando più volte sul tuo sito per acquistare, i clienti ricorderanno con più facilità il nome del tuo ecommerce, che si imprimerà nella loro mente come un luogo sicuro in cui effettuare i loro acquisti.

Chiaramente, anche qui, bisogna investire per guadagnare. Offrire uno sconto è sempre un mancato introito, però i clienti saranno più propensi ad acquistare sempre da voi (anche senza sconti) e a suggerire il tuo sito ad altre persone e, quindi, diventeranno tuoi promoter senza spendere un centesimo.

Ah, dimenticavo: questo metodo è completamente gratuito ed è, probabilmente, il più efficace, quindi non approfittarne sarebbe l’errore più grave che potresti compiere.

5. Servizio Clienti eccellente

Metti il cliente al centro delle tue attenzioni! Significa coccolarlo in tutti i modi che puoi.

Potresti per esempio offrire la spedizione gratuita o, meglio ancora, il reso gratuito. Potresti decidere di concedere sconti ad utenti VIP (per esempio chi fa 5 o più ordini al mese).

Potresti dare supporto telefonico per l’utilizzo dei tuoi prodotti, creare un blog informativo con recensioni e istruzioni. Insomma, la regola è semplice: dimostra ai tuoi clienti che l’esperienza che vivono con te non ha eguali.

6. Recensioni

Raccogli recensioni positive certificate con servizi affidabili (Trustpilot è il migliore attualmente, nonché il più conosciuto) in modo da generare quella che si chiama “Riprova Sociale”. Poi prendi le recensioni e piazzale in bella vista sul tuo ecommerce: se la gente noterà la popolarità del tuo shop, sarà incentivata all’ennesima potenza.

Il potere della Riprova Sociale è assoluto: se passi davanti a due bar, uno accanto all’altro, uno è pieno di gente e uno è completamente vuoto: quale sceglieresti?

7. Non smettere mai di investire e differenziare

Se cominci il processo di investimento e ottieni risultati, non smettere MAI di investire e di differenziare. Utilizza tutte le tecniche descritte in questo articolo in contemporanea. Non fare mai l’errore di stoppare sponsorizzate, di dimenticarti di inviare le newsletter, di sparire dalla circolazione per un mese.

Non fare l’errore di usare una sola fonte per attirare clienti sul tuo sito: Facebook potrebbe smettere di funzionare e saresti rovinato, se non avessi attivato anche la promozione su Trovaprezzi e Google Ads; il tuo sito potrebbe avere problemi tecnici per qualche ora, non dimenticarti di lasciare un canale alternativo aperto su Ebay o Manomano.

L’investimento è sempre sul lungo periodo, abbi forza e resisti: potresti essere ad un passo dal successo, perché fermarsi?

Indice dei contenuti

Condividi l'articolo
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Articoli correlati
5 1 vote
Voto dell'articolo
Attiva notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Non perderti i prossimi articoli del Blog!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E ricevi in OMAGGIO il mio Ebook “Guida alla Vendita Online di Prodotti e Servizi”.