Quanto costa un logo? [UPDATE 2022]

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E ricevi in OMAGGIO il mio Ebook “Guida alla Vendita Online di Prodotti e Servizi”.

Compilando questo form accetti di ricevere Newsletter e comunicazioni periodice, oltre all’Ebook specificato.

Stabilire con esattezza quanto costi la realizzazione di un logo è un’operazione delicata e complessa, ragion per cui molte aziende e professionisti si pongono sempre la stessa domanda: quanto è giusto investire per un logo? La domanda è lecita, ed è corretto saper definire il budget da destinare al proprio logo aziendale, ma, prima di fare ciò, bisogna comprendere che lavoro si cela dietro alla progettazione di un logo, per poter stabilire una somma consona. Dunque: quanto costa un logo?

Partiamo dall’inizio

Il compito di un logo aziendale è quello di comunicare ai tuoi possibili clienti chi sei, come lavori e come ti interfaccerai con loro. Non è compito del logo dire esattamente cosa fai, piuttosto dovrà dire come lo fai. Citando Wikipedia: “un logo permette di riconoscere l’azienda a cui si riferisce con effetto quasi immediato. Compito del logo è quello di ispirare fiducia e superiorità rispetto a un altro marchio.”

Ti lascio intuire, perciò, l’importanza di avere un buon logo che rappresenti in toto la mission e il carattere della tua azienda, nonché la difficoltà per un designer di sintetizzare tutto questo in poche forme semplici e memorabili.

Il tempo di esecuzione dei lavori

Il primo elemento da considerare è quanto tempo il designer investirà nel progetto. Il designer, come ogni altro professionista, vende il suo tempo. In fase di preventivo, infatti, il grafico valuterà le tue esigenze, il numero di bozze che dovrà preparare, la difficoltà del concept, la deadline (ovvero la scadenza entro il quale il progetto andrà consegnato) e altri parametri che ritiene indispensabili, ipotizzando dei tempi di lavoro e tenendone conto per stabilire il prezzo.

Piccola azienda o multinazionale?

Il secondo elemento è il livello dell’azienda che lo chiede. Maggiore è il livello, maggiore saranno le aspettative e le pressioni a cui il designer verrà sottoposto. C’è differenza se a chiedere il logo è il fruttivendolo sottocasa o McDonald’s.

L’esperienza del Designer

Il valore che il designer fornirà all’azienda è il terzo elemento che determina il prezzo.

Mi spiego meglio.

Più il designer è esperto e competente, maggiore sarà l’incidenza di questo terzo elemento nella preventivazione del costo, perché maggiore sarà il valore che darà alla tua azienda.

Per valore si intende quello percepito dai potenziali clienti che, grazie al logo (che è il volto dell’azienda) decideranno se fidarsi o meno del vostro brand. Maggiore sarà l’esperienza del designer, maggiore sarà la sua capacità di ideare un logo capace di adattarsi proficuamente a tutti i progetti aziendali; ragion per cui un designer meno esperto, inconsapevole delle sue capacità e incerto sul da farsi, offrirà delle tariffe più basse, rispetto ad un designer di grande esperienza. Il designer esperto, infatti, saprà analizzare meglio il vostro mercato, i vostri competitor, i vostri clienti tipo e saprà indirizzarvi per la strada che vi farà generare più vendite e, quindi, più guadagni.

Parliamo di numeri concreti

Secondo varie statistiche recuperate per il web, il costo medio in Italia di un logo professionale, corredato da normativa grafica, progetti geometrici e tutto quanto a regola d’arte è di € 400/500 + iva, mentre il prezzo più alto è di € 7.000/10.000 + iva.

Come vedi la differenza tra il prezzo medio e quello più alto è abissale. C’è da dire che si trova anche chi è disposto a lavorare per molto meno (il prezzo più basso si attesta attorno a € 25,00), ma, sotto i 300 euro è elevata la possibilità di trovare o uno studente appena uscito da qualche accademia con la necessità di far curriculum e acquisire esperienza (dunque l’elemento VALORE incide veramente pochissimo sul prezzo) o, più probabilmente, si tratta di un “appassionato” che prenderà qualche loghetto da internet, lo editerà e ve lo rivenderà: questo vi farà spendere dei soldi senza nessun genere di ritorno, né economico, né d’immagine, perché sono loghi che potrebbero utilizzare in tantissimi e non ti differenzieranno, né, tantomeno, rappresenteranno i valori e il carattere aziendale.

Conclusioni

Come abbiamo potuto notare, anche grazie alle statistiche reali di ciò che avviene sul territorio nazionale, di sicuro, per un logo, bisogna preparare un budget, secondo le proprie esigenze, non inferiore a 400 euro, per avere un lavoro fatto bene, intorno agli 800/1000 per avere un lavoro di qualità, probabilmente cifre superiori per avere un lavoro eccellente di una certa caratura.

Ci sono grafici e designer di ogni tipo, che lavorano ad ore o a forfait, che costano poco o tanto. Insomma, per ogni budget non sarà difficile trovare qualcuno che possa assumere l’incarico.

Attenzione, però: il budget non deve fungere da cartina tornasole, perché a parità di budget troverai chi farà un lavoro eccellente e chi ti farà un “logo in word”, con tanto di clipart in pieno stile trash anni ’90.

Dunque dai sempre un’occhiata al portfolio del grafico (ogni grafico ha un suo stile e questo deve piacerti), contattalo, discuti con lui, chiedi informazioni ed esperienze reali. Confronta tutto. Poi decidi con chi collaborare.

Indice dei contenuti

Condividi l'articolo
Share on facebook
Facebook
Share on twitter
Twitter
Share on linkedin
LinkedIn
Share on whatsapp
WhatsApp
Share on telegram
Telegram
Share on email
Email
Articoli correlati
5 1 vote
Voto dell'articolo
Attiva notifiche
Notificami
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
View all comments

Non perderti i prossimi articoli del Blog!

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER

E ricevi in OMAGGIO il mio Ebook “Guida alla Vendita Online di Prodotti e Servizi”.